Dal territorio con l'aiuto dei lettori. Aggiornamenti continui
>>>comunicaci la tua notizia<<<
Sport a Roma

30 settembre 2021
Champions, la Juve risorge
Uno a zero al Chelsea

In pochi ci avrebbero scommesso. Su cosa? Sull’impresa della Juventus nella seconda giornata di Champions League. Ha vinto uno a zero, allo “Stadium”, contro i campioni d’Europa in carica del Chelsea. Gol del migliore, Chiesa, in apertura di secondo tempo.

È una grande impresa per tanti motivi. Cominciamo dal primo: i bianconeri hanno messo a tacere, in soli novanta minuti, tutte le giuste critiche dopo uno stentato avvio di stagione. Davvero una falsa partenza se ripensiamo all’incredibile sconfitta in casa contro l’Empoli e a Napoli contro gli azzurri di Spalletti. Poi, passo dopo passo, la Vecchia Signora ha iniziato, come sempre, a risalire la china; ha pareggiato con il lanciatissimo Milan di Pioli per poi battere, pur con qualche sofferenza di troppo, prima Spezia in trasferta e poi Sampdoria a Torino.

Il secondo motivo per cui battere i londinesi di Tuchel è stata un’impresa, è perché una squadra italiana, che gioca in un campionato di almeno due categorie inferiore a quello inglese, ha battuto una squadra d’oltremanica. La più forte. E, se ci permettete, ci sembra un piccolo grande capolavoro.

La terza motivazione che spiega la grande impresa nella coppa più prestigiosa è la più semplice. La più ovvia, la più diretta: la Juve ha Federico Chiesa. Che con un gran gol ha steso i Blues e aperto le porte agli elogi più sperticati da parte dei giornali inglesi in queste ore. Lo paragonano ad Haaland, bomber del Borussia Dortmund e a Mbappè, fuoriclasse assoluto del Psg, che peraltro vive, dopo il flop all’ultimo Europeo, un momento di grandi incomprensioni a Parigi.

Chiesa è certamente un patrimonio della Juventus e di tutto il calcio italiano, non c’è dubbio. D’altronde, ce ne siamo già accorti la scorsa estate, quando stese la Spagna in semifinale con un gol indimenticabile.

La Juve, quindi, ha fatto l’impresa. Il pericolo per le rivali italiane è sempre lo stesso. Che la Juve non si fermi più.

Perché quando la danno per morta, come sempre, risorge.


articolo inserito da: Raniero Mercuri
tutte le news>>>








SEGUICI...









.