NEWS
.
Dal territorio con l'aiuto dei lettori
Aggiornamenti continui

>>>comunicaci la tua notizia<<<
Spettacolo a Monterotondo

29 febbraio 2020
Torna nelle sale il più piccolo Festival cinematografico del mondo
La storica rassegna presenta alla Sabina romana il meglio delle pellicole italiane
Ritorna nelle sale il più piccolo e prestigioso festival cinematografico del mondo sabino e italiano. È il festival delle Cerase, storico appuntamento annuale che ospita nelle sue proiezioni culturali le migliori pellicole nazionali e internazionali. La rassegna giunge quest’anno alla trentacinquesima edizione e ricorda con amore i tempi in cui salivano sul suo palco personaggi come Ettore Scola, Carlo Verdone, Roberto Benigni, attori e registi di fama e talento. Oggi, nei giorni della nostra contemporaneità anche filmica, si è spostato da Palombara Sabina a Monterotondo vivendo intensamente le stesse emozioni di allora.
L’edizione 2020 si è aperta quattro giorni fa, lunedì 24 febbraio, al Cinema Mancini in Via G. Matteotti 53, con la visione al pubblico dell’ultimo film di Gianni Amelio, Hammamet, la pellicola che racconta gli ultimi sei mesi di vita dell’allora ex segretario del Partito socialista Bettino Craxi.
Il regista, presente in sala, ha poi dibattuto con il pubblico sul contenuto della pellicola, che è stata contestualmente vista dalla giuria popolare che voterà ciascuna produzione in concorso all’interno della rassegna.
Il festival delle Cerase è organizzato dall’associazione culturale “Il Laboratorio”, dal Comune con il patrocinio della Regione Lazio e dal ministero per i Beni e le attività culturali. Il papà artistico di questa bella e affascinante manifestazione che omaggia il cinema è Silvio Luttazi vero e profondo conoscitore della macchina cinematografica, dei suoi mille personaggi, dei suoi tanti film, da quelli di grido a quelli meno reclamizzati. La manifestazione da lui pensata proporrà le migliori produzioni nazionali, opera sia di giovani che di affermati registi, film d’essai, premiati nelle loro migliori versioni e attraverso i loro attori protagonisti con il premio “Ciliegie d’oro del cinema italiano”.
Dopo la prima proiezione d’esordio con il film di Amelio, si passerà alla seconda pellicola in programma lunedì 2 marzo alle ore 20 dal titolo L’ospite con Daniele Parisi come attore protagonista e per la regia di Duccio Chiarini. Si tratta di una pellicola di triplice produzione divisa tra Francia, Italia e Svizzera che racconta della crisi amorosa di una coppia. L’uomo, travolto dai mille litigi con la compagna, è costretto dagli eventi ad abbandonare il tetto coniugale e ad accasarsi, ospite appunto, in varie case di amici e parenti dove vivrà insieme a loro le storie d’amore di questi personaggi.
L’attore il giorno della proiezione sarà in sala e al termine della visione dialogherà con il pubblico e con la giuria popolare sugli aspetti più particolari e curiosi della pellicola. Torna quindi, con tutta la sua magia, il suo elegante elogio al cinema, la sua passione per i lungometraggi, la sua notevole capacità di selezione, la più piccola rassegna cinematografica del mondo, che mette in comunione attori, registi, pubblico. Da sempre sono questi infatti i tre grandi soggetti delle agorà dedicate al cinema, di cui il festival delle Cerase è un degno e importante esponente.


articolo di:
Matteo Quaglini
tutte le news>>>








SEGUICI...









.